IL CASTELLO DI CASTIGLIONE GARFAGNANA
La rocca di Castiglione La rocca di Castiglione
Posto nella Garfagnana orientale, Castiglione controllava la zona di passaggio verso San Pellegrino, il Passo delle Radici e la provincia di Modena. La sua posizione strategica favorì nell’antichità la nascita di un incastallamento, il “Castrum Leonis” romano, su uno sperone roccioso nella parte alta del borgo. La fortezza lottò con alterne fortune contro gli assedi lucchesi del 1170 e 1227 e quindi quelli Estensi nel 1603 e 1613.
L’attuale struttura è del XIV secolo, quando venne ampliata la cortina muraria che oggi si estende per 750 metri e misura tra gli 11 e 17 metri di altezza. Le mura si snodano lungo un perimetro irregolare che segue la pendenza del terreno. Ai lati si alzano tre torrioni a pianta semicircolare, coronati nella parte superiore da beccatelli in pietra. La torre principale del Mastio è formata da grossi blocchi di pietra, le altre due sono chiamate del Castellano e della Campanella. Un quarto torrione a base quadrangolare, di cui restano solo alcuni ruderi, si trova nei pressi dell'ingresso, ed aveva funzione di polveriera.
All’interno si accede tramite tre porte, due delle quali aperte nel XVIII secolo, una volta persa la sua funzione prettamente difensiva.
Di proprietà privata oggi la Rocca è visitabile solo con una guida.

Fotografia: Laurient Ghys

Per approfondire:
I castelli di Castiglione Garfagnana



Torna indietro