Garfagnana
DA VEDERE

Borghi

Castelli

Chiese

TEMPO LIBERO

Ristoranti

Bar e pub

GASTRONOMIA

La cucina

LE MANIFESTAZIONI DI MOLAZZANA
L'inizio dell'anno per questo comune si presenta all'insegna della tradizione: qui infatti si festeggia l'arrivo della Befana. In particolare la sera della vigilia era consuetudine per i bambini di Sassi, preparare un fascetto di fieno per l’asinello metterlo davanti alla porta prima di andare a letto; i bambini di Eglio preparavano, invece, una fascina di legne secche per fare scaldare la befana e il suo asinello che magicamente scompariva la mattina seguente. A Molazzana era tradizione cantare la Befana da più gruppi, formati da bambini e da adulti, mentre a Sassi ,Eglio, Brucciano si formava un solo gruppo.
Una curiosità: la Befana veniva, e in alcuni casi viene tuttora, raffigurata da un uomo, perché anticamente la donna non poteva mascherarsi nè recitare. E' però nel periodo estivo si anima di manifestazioni a partire dalla Festa della Montagna che si svolge ai piedi del monte Pania nella prima metà di luglio. Protagonisti sono i prodotti locali e giochi tradizionali all'aperto che ci riportano al passato e agli usi e costumi di una volta.
Nella seconda metà di luglio a Sassi si svolge la Festa Medioevale ovvero una festa in costume che rievoca il periodo di governatorato dell'Ariosto per conto degli Estensi in Garfagnana. In particolare si fa riferimento alla visita effettuata dall'Ariosto alla rocca di Sassi alla fine del luglio 1524. La Festa medioevale è articolata in differenti percorsi storici lungo i quali sono riproposti, in scorci particolari, scene di vita dell'epoca e antichi mestieri e verrà rievocato l'incontro dell' Ariosto con la popolazione.
Sempre nella seconda metà di luglio, questa volta nel comune di Molazzana, è organizzato un appuntamento per i golosi: la Sagra della torta in cui si potranno degustare torte dolci e salate tipiche della zona.
Un appuntamento con la tradizione da non perdere è la Sagra delle crisciolette a Cascio. Prodotto tipico di questo paese, le crisciolette sono riconosciute dal Ministero delle Politiche Agricole e Forestali come prodotto agroalimentare da salvaguardare e sono fatte a base di due ingredienti “poveri”: la farina di granoturco e di grano tenero.
I visitatori possono degustarle sia al naturale che accompagnate con pancetta o una fetta di formaggio di vacca genuino.
Da più di 20 anni si svolge la Festa Paesana, detta del Gatto Nero, a metà agosto a Sassi. In origine aveva luogo in piazza del Grotto e il menù proposto era molto più semplice.


Per approfondire:
Le manifestazioni della Garfagnana



Torna indietro